ASC Tischtennis - tennistavolo Auer-Ora

ASC Tischtennis - tennistavolo Auer-Ora

Benvenuti  nella sezione allenatori Asc TT Auerora di seguito potrai conoscere i nostri trainers presenti in palestra. Gli allenamenti si svolgono dal lunedì al venerdì. Ognuno di loro ha preparazione, sistemi e capacità differenti.  Cinque allenatori per soddisfare ogni richiesta;  dai bambini che vogliono avvicinarsi alla disciplina sportiva del tennis tavolo ai senior che vogliono praticare sport e stare in compagnia. Scegli il tuo allenatore e vieni a conoscerlo di persona in palestra, ti aspettiamo.

Intervista:

Martina Eheim

martina.jpg

1- Racconta la tua esperienza di pongista da quando hai iniziato fino ad ora.

Ich habe mit 6 Jahren mit dem Tischtennis in Auer begonnen, habe hier auch meine ersten nationalen Turniere bestritten und in der Serie B gespielt. Vor 6 Jahren bekam ich die Möglichkeit in Eppan in der Serie A2 zu spielen, dort bestritt ich weiterhin auch nationale Turniere. Vor 3 Jahren wechselte ich dann nach Tramin, dort spiele ich immer noch in der Serie A2. Letztes Jahr durfte ich auch ein Spiel in der Serie A1 spielen.

2- Quale episodio più determinante puoi raccontarci e perché è stato importante per te?

Besonders in Erinnerung ist mir die Goldmedaille im Doppel mit Anita Walter bei den Italienmeisterschaften der 3. Kategorie geblieben, da sie sehr unerwartet kam und wir beide nicht zu den Favoriten gezählt haben.

3- Ricordi come è stata la tua prima vittoria e raccontaci brevemente.

Leider kann ich mich an meinem ersten Sieg nicht mehr erinnern, da er schon über 15 Jahre zurückliegt.

4- Cosa ti ha spinto a voler allenare? 

Mir macht es viel Spaß Kindern diesen abwechslungsreichen Sport näher zu bringen.

5- Che difficoltà maggiori incontri tra i tuoi atleti quando alleni?

Habe noch keine nennenswerten Schwierigkeiten bemerkt.

6- Quale sezione stai allenando attualmente?

Ich trainiere zurzeit die Neulinge.

7- se devi dire una frase ad un tuo atleta per incoraggiarlo ad una partita cosa ti senti di dirgli?

 "Jeder Punkt zählt beim Tischtennis"

8- nel tuo tempo libero cosa ti piace fare?

Ich gehe gerne mit meiner Familie, Freunden und meinem Hund wandern und treibe gerne viel Sport.

Intervista:

Mauro Sgarbossa

mauro_r.jpg

1- Racconta la tua esperienza di pongista da quando hai iniziato fino ad ora.

Ho iniziato a 7-8 anni perché come calciatore non ero granché  bravo ed a Ora all'epoca non c'erano tante alternative. Ho giocato per 2-3 anni  rimanendo tra i più bravi del gruppo, ho lasciato però  per qualche anno per poi riprendere senza però allenarmi con costanza e con lunghe assenze, per poi lasciare completamente all'età  di 19 anni.

2- Quale episodio più determinante puoi raccontarci e perché è stato importante per te?

Il primo torneo sociale nel 1981 o 1982 dove sono arrivato secondo nel gruppo ragazzi. Per me una vittoria esser arrivato in finale... l'emozione  grande tanto da ricordarmi ancora tante immagini: la palestra dello Scharzernbach, le tribune con mia mamma che mi guardava, l'avversario ... La sensazione. 

3- Ricordi com’è stata la tua prima vittoria e raccontaci brevemente.

Sinceramente no... C'è stato un eroico che ero tornato ed in Vss vincevo quasi ogni torneo ma non ho ricordi particolari in merito alle vittorie.

4- Cosa ti ha spinto a voler allenare? 

Un cambio di vita che ogni tanto succede. Dopo aver vissuto per circa 10 anno per studi ed affetto fuori da Ora,  a 30 anni mi sono ritrovato a ripartire. Ho  ritrovato i contatti degli anni che furono e cercando nuovi impegni personali mi sono lanciato nel provare a creare un nuovo gruppo di allenamento il mercoledì sera. Sono partito con un'inserzione nel giornalino del paese...

5- Che difficoltà maggiori incontri tra i tuoi atleti quando alleni?

In un gruppo veterani ci sono tantissime  esigenze diverse...da chi vuole allenarsi per migliorare a chi vuole fare movimento ma senza stress, a chi cerca un momento di aggregazione in compagnia... Bisogna riuscire a far coincidere tutte le esigenze in modo che ognuno trovi quello che cerca. Ad ognuno il proprio target.

6- Quale sezione stai allenando attualmente?

Sezione veterani il mercoledì sera

7- se devi dire una frase ad un tuo atleta per incoraggiarlo ad una partita cosa ti senti di dirgli?

Ma dipende dall'atleta. Di base ai veterani dico sempre che non è importante il risultato in se, ma giocare meglio possibile (movimenti corretti, provare qualche top spin, usare sia dritto che rovescio) e non aver paura.

8- nel tuo tempo libero cosa ti piace fare?

Mantenermi attivo: nuoto, sci da fondo, bici, corsa ... E ogni tanto rilassarmi ascoltando musica sul divano.

Intervista:

Ferdinand Ciresa

ferdinand_r.jpg

1- Racconta la tua esperienza di pongista da quando hai iniziato fino ad ora.

Ho iniziato a giocare a tennis tavolo a 12 anni, così per passare il tempo, con ragazzi tedeschi che alloggiavano nell'ostello vicino a casa. A 21 anni ho iniziato a fare le prime partite agonistiche, giocavo nell' Asv Eppan  TT Raiffeisen. Ho fatto 15 anni di agonismo sempre con la stessa società. Sono passato nella sezione veterani e qui giocavo nel Neugries. Ho giocato per 12 anni sempre da agonista sezione veterani ed infine sono passato a Asc TT Auerora.

2- Quale episodio più determinante puoi raccontarci e perché è stato importante per te?

La partita che non dimenticherò mai è stata quella tra Appiano e Cortaccia; stavo perdendo 19 a 6; sono riuscito a rimontare e vincere 21 a 19. Ricordo ancora il nome del mio avversario: Pompea Klaus.

3- Ricordi com’è stata la tua prima vittoria e raccontaci brevemente.

No non ricordo esattamente come è andata, ci sono state tante vittorie che mi hanno fatto crescere e che rimangono indelebili nei ricordi.

4- Cosa ti ha spinto a voler allenare? 

L'età avanza e la competizione è sempre più difficile. Così come è difficile smettere di giocare. Allenando posso giocare ad un ritmo più calmo e trasmettere anni di esperienza. In questo momento, inoltre, è nata l'esigenza di avere un allenatore in più nella società.

5- Che difficoltà maggiori incontri tra i tuoi atleti quando alleni?

Difficoltà non mi sembra di riscontrarne, per ora tutti riescono a seguire il mio allenamento.

6- Quale sezione stai allenando attualmente?

Alleno la sezione veterani il giovedì sera.

7- se devi dire una frase ad un tuo atleta per incoraggiarlo ad una partita cosa ti senti di dirgli?

Mai arrendersi e sempre guardare avanti.

8- nel tuo tempo libero cosa ti piace fare?

Mi piace la fotografia seguo gare di auto rally.

Intervista:

Werner Brunner

werner.jpg

1- Racconta la tua esperienza di allenatore da quando hai iniziato fino ad ora.

Sono contento, le persone mi seguono e piace; hanno più voglia di giocare sul tavolo rispetto che fare esercizi fisici ma senza dubbio è un'esperienza positiva.

2- Quale episodio più determinante puoi raccontarci e perché è stato importante per te?

Più che episodio è il comportamento che gli atleti hanno assunto con il tempo creando un gruppo compatto e puntuale. 

3- Ricordi com’è stata la tua prima vittoria e raccontaci brevemente.

Sinceramente no, giocando ancora nella C2 maschile ogni vittoria è la prima vittoria.

4- Cosa ti ha spinto a voler allenare? 

Mi ha spinto il fatto di tenere la sezione veterani con il gruppo agonisti (di cui faccio parte)  insieme.

5- Che difficoltà maggiori incontri tra i tuoi atleti quando alleni?

Sincronizzazione, o imparano il movimento con le gambe, oppure imparano il movimento con le braccia, tutte e due contemporaneamente sembra difficile.

6- Quale sezione stai allenando attualmente?

Sezione veterani e gruppo agonisti.

7- se devi dire una frase ad un tuo atleta per incoraggiarlo ad una partita cosa ti senti di dirgli?

Gioca tranquillo e rilassato e pensa agli schemi che abbiamo imparato negli allenamenti. Fai il gioco che meglio sai fare. Nel Tennis tavolo vince non chi rischia di più, ma chi fa meno errori.

8- nel tuo tempo libero cosa ti piace fare?

Giocare a tennis tavolo, divertirmi con la famiglia e tennis.

silvio_r.jpgSilvio Vettori

Per lui il titolo di allenatore è ancora poco. Lui conosce tutta la sezione giovani, tutta la sezione veterani.

La palestra è la sua seconda casa. Braccio destro per tutta la società, inventivo, l'ordine è tra le cose che gli vengono in modo naturale, tanto che la palestra è organizzata con attrezzi tutti al proprio posto.  I nostri allenatori sanno di contare anche sul suo aiuto negli orari di allenamento.
 

 Attualmente non attivo: Daniel Gasser

 


1- Racconta la tua esperienza di pongista da quando hai iniziato fino ad ora.

Ho iniziato a 8 anni con primi corsi "Schnupperkurs" poi negli anni a seguire ho seguito allenamenti regolari nel nostro gruppo allenato da Sandri Andrea. Tra i 12 ed i 17 anni mi sono allenato molto (ganche 4-5 volte / settimana) + tornei , campionati etc. sono riuscito a vincere qualche titolo provinciale giovanile e fare dei belli piazzamenti anche a livello nazionale. Inoltre ho partecipato a delle gare internazionali con la rappresentativa del Südtiroler; fino ad arrivare alla serie B2. A 18 anni ho smesso di giocare agonisticamente e mi sono dedicato ad allenare un gruppo giovanile ad Ora. In estate ho allenato gruppi di ragazzi a tennistavolo: Summer Camp sportivi. Per motivi di studio ho lasciato la mia attivita da allenatore per un paio di anni fino a riprendere l'anno scorso.

2- quale episodio più determinante puoi raccontarci e perché è stato importante per te?

Ci sono stati più di un episodio bello (per Fortuna!) dalle vittorie da giovane  in Serie C1 contro gente molto più esperta e forte,  alle partite a livello nazionale, ma poi soprattutto anche l`aspetto sociale, le trasferte, conoscenze che abbiamo fatto. Stage estivi a Senigallia e Slovenia.

3- Ricordi com’è stata la tua prima vittoria e raccontaci brevemente.

La mia prima vittoria personale non mi ricordo piu, ma mi ricordero sempre un episodio nel nostro primo anno di Serie D2. Partita giocata a Brunico; ho fatto 3 punti in questo incontro - eravamo 4 pari, giocava Schwienbacher Bernd e sembrava fatta perche al set decisivo era molto in vantaggio. Poi ha iniziato a fare degli errori facili, nessuno pensava che riuscisse ancora a perdere! Invece ha perso. È stato il nostro primo anno in Serie D2; prima vittoria in campionato.

4- cosa ti ha spinto a voler allenare 

La motivazione di far crescere un gruppo, di formare dei buoni giocatori che riescono ad essere competitivi.

5- che difficoltà maggiori incontri tra i tuoi atleti quando alleni?

Non tutti hanno la massima e impegno in allenamento.

6- quale sezione stai allenando attualmente?

Alleno la sezione giovani.

7- se devi dire una frase ad un tuo atleta per incoraggiarlo ad una partita cosa ti senti di dirgli?

Dipende ovviamente chi è , dall'età, carattere, capacità  etc. Gioca sciolto, prova attaccare , non hai niente da perdere, voglio vedere un bel gioco indipendentemente se vinci o perdi.

8- nel tuo tempo libero cosa ti piace fare?

Corsa (atletica) , camminare in montagna con il cane, sciare, Tennis, generalmente stare all'aperto a contatto con la natura.

Attualmente non attivo

Intervista: Andrea Sandri

 

1- Racconta la tua esperienza di pongista da quando hai iniziato fino ad ora.

Ho iniziato a 11 anni trascinato da un mio compagno di classe, molto amico e oggi presidente della societá, ovvero Mauro. Ho giocato in maniera costante fino ai 17 anni calcando diverse palestre in Provincia ma rimanendo sempre tesserato dell´Ora.

Dai 17 anni fino ai 20 ho preso un periodo di pausa dal tennistavolo (frequentavo la palestra solo saltuariamente) e dopo sono rientrato ma ho iniziato il mio periodo di formazione come allenatore per poi iniziare ad allenare a 22 anni circa (era il 1996). 

2- Quale episodio più determinante puoi raccontarci e perché è stato importante per te?

Da giocatore di episodi importanti non ne ho moltissimi in quanto non mi viene in mente un torneo particolare che ha lasciato il segno. Ho dei bellissimi ricordi legati alla rappresentativa regionale che si allenava insieme tre volte alla settimana costantemente sotto la guida di Doppelhammer Rainhard e che ha formato degli ottimi giocatori che tuttora sono degli ottimi amici.

3- Ricordi com’è stata la tua prima vittoria e raccontaci brevemente.

No, non ho ricordi di una mia specifica vittoria.

4- Cosa ti ha spinto a voler allenare? 

Mi sono trovato quasi per caso a un torneo giovanile negli anni del mio rientro e la attuale allenatrice mi ha chiesto di darle una mano con un paio di ragazzi come coach. Non ho mai pensato veramente a me come allenatore, ma in quell´occasione mi era piaciuto e successivamente ho voluto informarmi sul percorso formativo che avrei dovuto percorrere per diventare allenatore. Da lí per due anni è iniziata la formazione che poi mi ha portato ad allenare.

5- Che difficoltà maggiori incontri tra i tuoi atleti quando alleni?

Non sono in grado di generalizzare le difficoltá degli atleti/ragazzi che ho allenato. Posso peró dire che se un ragazzo/atleta sta bene (a 360°) questo si ripercuote in maniera importante sul suo rendimento anche atletico. Pertanto il mio ruolo diventa quello di allenarlo ma soprattutto di capire quali sono o possono essere le leve che posso muovere per farlo star bene e adattare il mio stile in base al suo stato.

6- Quale sezione stai allenando attualmente?

Attualmente nessuna. Prossimamente la squadra giovanile.

7- se devi dire una frase ad un tuo atleta per incoraggiarlo ad una partita cosa ti senti di dirgli?

Dipende tantissimo dall´atleta e dal momento. Credo poi che ci sia una grossa differenza tra un atleta e un ragazzo. Con un atleta si parte dal presupposto che abbia giá una grande base di formazione e quindi l´apporto che da l´allenatore é un basato su un rapporto alla pari in cui ci si confronta per trovare la soluzione migliore al momento.

Con un ragazzo l´obiettivo é quello di formarlo per avere un atleta domani. L´approccio è completamente diverso e deve essere collocato in un discorso diverso.

8- nel tuo tempo libero cosa ti piace fare?

Leggo molto, pratico sport (corsa, bici, tennis) e, visto che ho un lavoro che mi porta spesso in giro, passo del tempo con mia moglie.

 

 

Comitato Provinciale Bolzano
Comitato Provinciale Bolzano

ASC Auer Ora Raiffeisen

sezione tennis tavolo
Rio Nero 6
39040 Ora
Alto Adige – Italia
P.IVA IT01320550211
Email: info(at)tt-auerora.it